Loading

Origine dei nomi dei luoghi in laguna

Scopriamo un po’ di toponomastica a Venezia.
 
Calle - Il nome usato in città per le strade lunghe e strette. Deriva dal latino "callis-is" che si può tradurre in "sentiero". Sono oltre 3000 le calli di Venezia, alcune denominate come calletta, ma anche calle lunga o larga e callesella.
 
 - Si tratta dell'abbreviazione che i veneziani utilizzavano per riferirsi alle case, soprattutto quelle delle famiglie nobili. Un esempio? Ca' Foscari, una delle università lagunari.
 
Campo - Ha assunto, nella toponomastica, il significato di piazza. In epoche antiche i campi erano coperti d'erba, ed utilizzati per far pascolare il bestiame. Molti secoli dop furono selciati, assumendo quello che è il loro aspetto attuale. Con il termine campiello ci si riferisce ad un campo di dimensioni più piccole, da cui deriva anche il nome di un noto premio letterario della città.
 
Corte - Il suo nome deriva da cortile. Si tratta di una piazzetta circondata da edifici, che ha un'entrata che funge anche da uscita. Esistono anche delle corti più piccole, chiamatecortesele.
 
Fondamenta - Sono le rive che costeggiano i canali della città. Il loro nome deriva dal fatto che fungono da vere e proprie fondamenta alle costruzioni. Sono sempre disponibili come approdo per le imbarcazioni.
 
Briccole - E le nostre Briccole come mai si chiamano così? L'etimologia del nome è incerta, ma sembra che derivi da brezza (vento), nella nomenclatura marinara internazionale prendono il nome di "duc d'albe", "dalben" o "dolphin".